Tecnico del Suono con APF (Tontechniker)


Il corso di Tecnico del Suono APF è il corso preparatorio agli esami federali per l’Attestato Federale di Professione SEFRI-AES. Esso costituisce il primo livello degli studi superiori nell’ambito delle tecnologie del suono e costituisce un riferimento a livello internazionale  (Livello 5 del Quadro Europeo delle Qualifiche) per la formazione generale nel campo delle tecnologie audio per la musica, gli eventi live, il cinema e la televisione.

Il corso, di durata biennale per un totale di 120 crediti, richiede agli studenti un forte impegno sia in termini di studio teorico interdisciplinare che di attività pratiche, al fine di metterli in grado di essere operativi già dai primi mesi.

Nel corso degli studi infatti vengono approfonditi sia gli strumenti teorici avanzati tipici dell’ingegneria elettronica che le abilità pratiche altrettanto necessarie allo svolgimento ottimale della professione.

Il percorso si conclude con la stesura e discussione di un elaborato di tipo sperimentale o compilativo a scelta dello studente e con lo svolgimento degli esami federali organizzati da SEFRI ed Audio Engineering Society presso la Bern University of Applied Sciences (BFH).

Tutti coloro in possesso del diploma CESMA di Tecnico del Suono possono accedere direttamente senza debiti formativi al biennio specialistico di Tonmeister.

Gli esami federali sono gestiti dalla Segreteria di Stato per la formazione, la ricerca e l’innovazione (SEFRI) e dalla sezione svizzera dell’Audio Engineering Society (AES), che ne stabiliscono modalità e contenuti.

Attualmente la frequenza degli esami è biennale.

Il responsabile del corso, Prof. Alberto Pinto, è il rappresentante del CESMA all’interno dello Swiss AES Section Education Committee (www.swissaes.ch sezione education).

Poiché il titolo che si consegue al superamento degli esami federali è abilitante all’esercizio della professione e consente l’iscrizione all’albo professionale, il regolamento dell’esame federale richiede ai candidati di dimostrare anche un periodo di attività lavorativa, non necessariamente retribuita, nel campo delle tecnologie del suono di durata variabile tra i 18 e i 24 mesi a seconda del tipo di formazione secondaria precedentemente seguita e di eventuali altri corsi frequentati.

Data l’organizzazione didattica, studiata per favorire l’alternanza scuola/lavoro, tale periodo di pratica può essere acquisito parallelamente alla frequenza del corso.

La frequenza del corso Tecnico del Suono APF dà diritto ad un accreditamento di 6 mesi di pratica.

La frequenza del corso di Fondamenti di Tecnica del Suono (Base e Avanzato), anche in parallelo al corso di Tecnico del Suono con APF, dà diritto ad un ulteriore accreditamento di 6 mesi di pratica.

AFC con Maturità Professionale, Maturità specializzata, Maturità Liceale o titoli superiori.

Eccezionalmente possono essere ammessi studenti in possesso del solo Attestato Federale di Capacità (AFC), previa verifica delle conoscenze matematiche e fisiche necessarie e la frequenza di un corso integrativo per tali materie.

Il corso “Tecnico del Suono APF” ha durata biennale con un carico di lavoro pari a 60 crediti l’anno, per un totale di 120 crediti.

La didattica è organizzata in modo da rendere compatibile la frequenza del corso con una attività lavorativa a tempo parziale.

L’organizzazione didattica è su base trimestrale da Settembre a Luglio:

  • Corso Propedeutico I sessione: 4 Luglio 2017 – 21 Luglio 2017
  • Corso Propedeutico II sessione: 11 – 29 Settembre 2017
  • Trimestre Autunnale: 2 Ottobre 2017 – 18 Dicembre 2017
  • Trimestre Invernale: 8 Gennaio 2018 – 26 Marzo 2018
  • Trimestre Primaverile: 9 Aprile 2018 – 25 Giugno 2018

Al termine di ogni trimestre, durante le due settimane successive, si svolge la sessione d’esame dei corsi relativi al trimestre.

Orario settimanale dei corsi

Durante tutti i trimestri le lezioni hanno la seguente organizzazione settimanale:

  • Lunedì dalle 9:00 alle 18:00 (teoria, obbligatoria per tutti)
  • Martedì dalle 9:00 alle 13:00 (tutoraggio, esercitazioni pratiche di gruppo, facoltative per gli studenti lavoratori con esperienza pratica sufficiente, da dimostrare e convalidare in termini di crediti equivalenti)
  • Martedì dalle 13:30 alle 17:30 (esercitazioni pratiche individuali, facoltative)

Durante ogni trimestre si tengono anche due settimane “intensive”, ossia con frequenza tutti i giorni da Lunedì a Venerdì dalle 9:00 alle 18:00, durante le quali si svolgono i corsi tematici delle discipline applicate.

La frequenza è obbligatoria.

Il corso Tecnico del Suono APF fornisce agli studenti basi tecniche molto approfondite, attraverso lo studio dei principi fisici e matematici del suono, della teoria musicale, dell’acustica, dell’elettrotecnica e dell’elettronica, e di tutte le principali aree tecnico-applicative della fonia, dalla ripresa del suono alla post-produzione.

Il percorso di studi è molto esigente e richiede un forte impegno da parte dell’allievo, che deve essere pronto ad affrontare un carico di lavoro a tempo pieno, non lasciandosi ingannare dalla compattazione delle ore di lezione, atta solo a favorire una parallela attività lavorativa.

Premesso questo, il corso garantisce la migliore formazione possibile in questo ambito e, a dipendenza della capacità del singolo studente di sfruttare le possibilità e i servizi che gli vengono offerti, è in grado di fornire tutte le basi necessarie per una carriera lavorativa ai massimi livelli internazionali.

Quelli che s’innamoran di pratica sanza scienzia, son come ‘l nocchieri ch’entra in navilio sanza timone o bussola, che mai ha certezza dove si vada (L. Da Vinci)

L’assunto di fondo è che senza una conoscenza solida delle basi scientifiche del suono e della musica non è possibile costruire nulla di professionalmente rilevante e duraturo. Questo non vuol dire che non si possa praticare la professione fin da subito. Al contrario, lo sviluppo di una pratica professionale parallela al corso viene non solo fortemente incoraggiato ma addirittura reso obbligatorio, allo scopo di rendere la conquista dei risultati teorici ancora più pregnante di significato.

Il processo di apprendimento è del tipo “a spirale”: questo permette di fare leva sulle conoscenze via via acquisite con un livello sempre maggiore di approfondimento e sulle domande che si ingenerano nell’allievo via via che i concetti si chiarificano e si consolidano, nella misura in cui si aggiungono alla sua personale “tool-box” strumenti conoscitivi sempre più sofisticati.

I docenti sono tutti professionisti di chiara fama nel loro settore, esperti di livello sia nazionale che internazionale in campo audio, televisivo e cinematografico, docenti universitari provenienti da università europee e statunitensi e membri dell’Audio Engineering Society. Il loro obiettivo è di preparare gli studenti in maniera sistematica allo studio del suono e delle sue peculiarità, affinché i diplomati non siano solo tecnici preparati all’utilizzo dei materiali specifici ma esperti in grado anche di dare ragione delle soluzioni tecniche e tecnologiche adottate.

Tutto ciò si realizza attraverso lo sviluppo della sensibilità degli allievi all’osservazione e alla comprensione profonda del fenomeno sonoro e fornendo ad essi tutti gli strumenti teorici e pratici necessari ad avviare quello che sarà il loro personale percorso professionale.

Per raggiungere questi obiettivi, il corso dà molto spazio alla formazione scientifica e musicale, oltre che tecnica, da un lato, e pone l’accento sull’ascolto critico, consigliando sempre la frequentazione attiva della musica, l’ascolto critico e la memorizzazione del suono dal vivo.

La lingua ufficiale del corso è l’italiano; tuttavia alcuni specialisti ospiti potranno tenere lezioni e/o seminari in lingua inglese.

La proposta formativa che si concretizza nel corso di Tecnico del Suono con APF nasce da una sintesi di tre macroaree

  • umanistico-musicale
  • scientifica
  • tecnica

basata sulla parità di dignità. Pertanto, il corso si differenzia dalle tradizionali proposte formative nell’ambito della tecnica del suono, siano esse di carattere più marcatamente musicale (fornite prevalentemente dai conservatori), tecnico (fornite da istituti dell’ambito “creative media”) o scientifico (fornite dalle università e orientate ad uno studio prevalentemente teorico), ponendo invece l’accento su una formazione ad ampio spettro del tecnico del suono, che non deve eccellere solo negli aspetti tecnici ma anche in quelli legati ad una preparazione sia umanistica che scientifica, in aree ovviamente contigue.

Da questo assunto discende la creazione di tre blocchi di corsi, fortemente interdipendenti e integrati tra loro: i corsi delle prime due aree consentono di costruire il linguaggio sia di tipo fisico-matematico che di tipo musicale necessario per una comprensione non superficiale dei corsi dell’area tecnica, obiettivo altrimenti non raggiungibile.


corsi dell'area scientifica

corsi dell'area musicale

corsi dell'area tecnica

Il piano degli studi è il seguente.

Trimestre Codice Insegnamento Crediti Docente
1 MUS 101 Teoria e Composizione Musicale 1 3 Mauro Longari
1 TS 101 Fondamenti di Teoria del Suono 3 Alberto Pinto
1 MATH 101 Matematica del continuo 1 3 Alberto Pinto
1 MATH 121 Matematica discreta 3 Alberto Pinto
1 AE 131 Introduzione alle Digital Audio Workstation 2 Simone Corelli
1 AE 121-1 Ripresa del suono 1 2 Giacomo De Caterini
1 AE 101-1 Fondamenti di Tecnica del Suono (APF) 1 2 Marco Sacco
1 MUS 131 Elementi di Strumentazione ed Orchestrazione 2 Andrea Riderelli


Trimestre Codice Insegnamento Crediti Docente
2 MUS 102 Teoria e Composizione Musicale 2 3 Mauro Longari
2 MATH 102 Matematica del continuo 2 3 Alberto Pinto
2 EE 101 Elettrotecnica 1 3 Luca Comi
2 MUS 121 Storia della Musica 1 3 Gian Francesco Amoroso
2 AE 121-2 Ripresa del suono 2 4 Giacomo De Caterini
2 AE 101-2 Fondamenti di Tecnica del Suono (APF) 2 4 Marco Sacco


Trimestre Codice Insegnamento Crediti Docente
3 PHYS 121 Acustica 1 4,5 Sergio Cingolani
3 PHYS 131 Modelli matematici per il suono 1,5 Alberto Pinto
3 EE 102 Elettrotecnica 2 3 Luca Comi
3 CS 101 Architetture e Reti di calcolatori 3 Alberto Pinto
3 AE 132 Introduzione al Broadcast 2 Simone Corelli
3 AE 101-3 Fondamenti di Tecnica del Suono (APF) 3 4 Marco Sacco
3 MUS 142 Ascolto critico 2 Gilberto Martinelli


Trimestre Codice Insegnamento Crediti Docente
4 PHYS 122 Acustica 2 4,5 Sergio Cingolani
4 EE 131 Teoria dei segnali 1 3 Alberto Pinto
4 EE 111 Elettronica 1 3 Luca Comi
4 MUS 103-1 Teoria e composizione musicale 3-1 1,5 Mauro Longari
4 AE 132 Missaggio audiovisivo 2 Simone Corelli
4 AE 142 Montaggio del suono 1,5 Claudio Spinelli
4 AE 141 Suono in presa diretta 1,5 Fabio Felici
4 AE 151 Sonorizzazione di eventi musicali e teatrali 4 Giacomo De Caterini, Kiko Berta, Luca Giannerini


Trimestre Codice Insegnamento Crediti Docente
5 CS 111 Informatica Musicale 3 Sylviane Sapir
5 EE 132 Teoria dei segnali 2 1,5 Alberto Pinto
5 EE 112 Elettronica 2 3 Luca Comi
5 MUS 103-2 Teoria e composizione musicale 3-2 1,5 Mauro Longari
5 AE 151 Componenti e sistemi elettroacustici 1 (ENG) 2,5 Eddy Bøgh Brixen
5 AE 122 Ripresa e missaggio del suono 1,5 Giacomo De Caterini
5 AE 152 Componenti e sistemi elettroacustici 2 2,5 Roberto Magalotti
5 AE 161-1 Tecniche Broadcast e Webcast 1 1,5 Alessandro Sdrigotti


Trimestre Codice Insegnamento Crediti Docente
6 MUS 151 Economia dei beni musicali e diritto d’autore 6 Franco Fabbri
6 EE 113 Elettronica 3 3 Luca Comi
6 CS 131 Audio Networking e Webcast 3 (Alessandro Sdrigotti)
6 AE 161-2 Tecniche Broadcast e Webcast 2 1,5 Alessandro Sdrigotti
6 AE 123 Ripresa e missaggio dell’orchestra 2,5 Giacomo De Caterini
6 AE 140 Viaggio accademico 4 Simone Corelli, Giacomo De Caterini, Fabio Felici, Gilberto Martinelli, Claudio Spinelli

Al termine del corso, se sono stati soddisfatti i requisiti minimi di frequenza delle lezioni (80%), viene rilasciato un attestato di frequenza. Coloro che superano tutti gli esami di profitto del corso (120 crediti complessivi) e discutono con esito positivo l’elaborato finale ottengono il Diploma di Tecnico del Suono rilasciato dal CESMA.

Il titolo che si consegue al termine degli esami federali di professione è l’Attestato Professionale Federale di “Tecnico del Suono (APF)”, legalmente riconosciuto in tutta la Confederazione e a livello internazionale.

Gli esami federali si tengono per tutta la Svizzera presso la BFH – Bern University of Applied Sciences e si articolano in prove scritte, orali e pratiche.

Il titolo federale è abilitante alla professione, pertanto per l’iscrizione all’esame si richiede un’esperienza lavorativa nel campo delle tecnologie del suono, non necessariamente retribuita, purché certificata. Il CESMA è in grado di supportare, anche attraverso contatti con enti partner, gli studenti che non fossero già in possesso di tale requisito.

I destinatari del corso rientrano nelle seguenti categorie:

  • neo-diplomati che intendano intraprendere una carriera in ambito tecnico audio e vogliano conseguire il brevetto federale di Tecnico del Suono
  • professionisti già inseriti da tempo nel mercato del lavoro e che devono acquisire il brevetto federale di Tecnico del Suono in quanto obbligatorio per la professione o per un avanzamento di carriera (per accedere al livello di quadro intermedio è richiesto)
  • studenti universitari, soprattutto di materie tecnico-scientifiche o musicali, he intendano conseguire il brevetto federale di Tecnico del Suono come ulteriore titolo professionalizzante
  • appassionati di audio a vario titolo che intendano seriamente approfondire le loro conoscenze in ambito tecnico audio a livello professionale ed eventualmente conseguire il brevetto federale di Tecnico del Suono.

Il tecnico del suono trova impiego in numerosissimi centri di produzione artistica: eventi musicali, radio, TV, webcast, studi di registrazione, postproduzione, cinema, videogames.

In Svizzera la maggior parte dei diplomati trova lavoro nel settore eventi (Live): concerti, spettacoli musicali e teatrali, conferenze. In particolare, in Ticino sono attivi diversi service audio, di cui due importanti a livello nazionale, che richiedono tecnici qualificati.

Seguono i vari settori del broadcast, con una parte rilevante rappresentata dagli enti radiotelevisivi come, in Ticino, la RSI. All’interno di tali enti i possessori di Attestato Federale sono in costante crescita perché sempre più frequentemente viene richiesta, anche in fase di ingresso e non solo per posizioni elevate, una conoscenza avanzata della materia.
Compatibilmente con le disponibilità di posti, RSI offre agli studenti che seguono il percorso di preparazione all’esame federale anche la possibilità di svolgere periodi di lavoro all’interno dell’azienda anche durante il percorso di formazione.

Un altro settore rilevante è quello della produzione e post-produzione per vari settori quali il broadcast e il cinema. Quest’ultimo, pur rimanendo in Svizzera un settore di nicchia, prevederà un incremento degli occupati anche per via della costituenda Casa del Cinema di Locarno.

Meno rilevante percentualmente è il settore studi di registrazione, per il quale però si trovano realtà importanti in svizzera interna o oltre confine.

Infine un settore da non sottovalutare in prospettiva è quello dell’audio per i videogames, per il quale anche in Svizzera si cominciano a trovare alcune realtà interessanti. Si tratta di un settore in forte espansione, legato alla sonorizzazione della realtà virtuale, nel quale è richiesta una forte padronanza sia degli aspetti tecnici che della modellistica fisico-matematica.

Esiste poi tutto il settore della produzione musicale e sound design, che confina con quello della composizione musicale elettronica. Si tratta anche in questo caso di un settore in crescita, indicato per chi predilige il lato più strettamente artistico di questa professione, che certamente non può fare a meno di solide basi tecniche se fatto ad alti livelli.

Nuovo finanziamento federale
A partire dall’Anno Accademico 2017/2018 gli studenti della formazione professionale superiore godono del nuovo sistema federale di finanziamento dei corsi. Ciò significa che metà del costo della formazione viene rimborsato dalla Confederazione all’atto dello svolgimento degli esami federali, al termine del percorso formativo. Tale rimborso è indipendente dall’esito (positivo o negativo) degli esami.

Il costo della formazione è di 3’400,- franchi a trimestre (che diventano 1’700,- con il rimborso federale) ed è comprensivo di tutto, ossia:

  • Iscrizione al corso di Tecnico del suono con APF (2017 – 2019)
  • Iscrizione all’Audio Engineering Society
  • Accesso alla biblioteca e al prestito libri
  • Accesso alle strutture per le esercitazioni personali
  • Scontistica educational su hardware e software.

In alternativa è possibile versare in un’unica soluzione l’intero costo del corso, beneficiando di una riduzione di spesa.

Nella tabella sottostante sono riportati in grassetto i costi reali per lo studente, una volta usufruito del rimborso federale.

Rateizzazione Unica soluzione
Costo complessivo 22’400,- (11’200,-) 21’000,- (10’500,-)
Iscrizione 2’000,- (1’000,-)
Costo a trimestre 3’400,- (1’700,-)

Studenti residenti in Svizzera

È possibile richiedere al proprio Cantone o a fondazioni private una borsa di studio o un sussidio per il finanziamento totale o parziale della retta.
Per il Cantone Ticino la domanda va rivolta all’Ufficio degli Aiuto allo Studio di Bellinzona al quale è possibile richiedere un sussidio per la formazione professionale superiore

Anche le fondazioni private possono fornire assegni di studio, un elenco lo potete trovare QUI

Studenti residenti all’estero

Gli studenti stranieri possono richiedere finanziamenti agli uffici di competenza dei loro Paesi di provenienza o a fondazioni private. In Ticino alcune fondazioni supportano anche gli studenti stranieri

Il CESMA offre alcune Borse di studio per studenti residenti all’estero a parziale compensazione della mancata restituzione federale di metà della retta. Maggiori informazioni verranno pubblicate sul sito web nelle prossime settimane.